Cooperazione internazionale

Bando per progetti di cooperazione internazionale e d'emergenza

Oltre 1,4 milioni di euro a disposizione per contributi ai Paesi in via di sviluppo e interventi di emergenza umanitaria

Al termine di un articolato lavoro di confronto con associazioni, ONG ed enti locali del territorio regionale, la Giunta regionale ha approvato un bando che prevede due lotti, il primo  per finanziare interventi a sostegno di Paesi in via di sviluppo e transizione ed il secondo per sostenere  interventi di emergenza e aiuto umanitario.

 Nei mesi scorsi si sono infatti tenuti 14 confronti allargati (Tavoli Paese), che hanno riunito i soggetti interessati e attivi in altrettanti Paesi individuati come prioritari nei documenti di programmazione della Regione. Questi incontri hanno raccolto un'ampia partecipazione - sono stati infatti 204 i rappresentanti di associazioni del Terzo settore e degli enti locali che vi hanno preso parte - confermandosi come un eccellente strumento di confronto e partecipazione diretta.

I confronti hanno evidenziato le problematiche legate all’emergenza covid-19 e, per alcuni territori, ai conflitti in atto (in Palestina ed Etiopia). Si è cercato di analizzare l’andamento dei progetti in corso individuando priorità, urgenze ed emergenze. A molti incontri hanno partecipato anche partner in loco, portando testimonianze dirette delle situazioni dei diversi Paesi.

La Regione ha quindi approvato un bando con due lotti:

  • Bando ordinario di interventi di cooperazione internazionale, rivolto ad associazioni e ONG attive nei 14 Paesi prioritari, che prevede un finanziamento fino al 70% delle spese riconosciute;
  • Bando di emergenza, volto a realizzare interventi umanitari nella Striscia di Gaza in Palestina, per la quale è stato richiesto un progetto di sostegno ad una scuola, nella regione del Tigray in Etiopia, dove è in atto un conflitto importante, in Myanmar e in Siria, Paesi per i quali sono pervenute richieste di sostegno. Questo bando prevede un finanziamento al 100% delle spese riconosciute.

Possono presentare domanda le organizzazioni non governative (ONG), le     organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), le organizzazioni di volontariato, le    associazioni di promozione sociale, le cooperative sociali e gli enti locali con sede nel territorio regionale.

Le risorse complessive mese a disposizione sono 1.434.000 euro. Per il bando di emergenza sono stati stanziati 150.000 euro. Per il bando ordinario di cooperazione internazionale sono stati stanziati 1.284.000 distribuiti nei 14 Paesi prioritari per la Regione:

  • Burundi                                                                                                                       
  • Burkina Faso                                                                                                                       
  • Camerun                                                                                                                    
  • Campi profughi Saharawi e Territori liberati                                                     
  • Costa D’Avorio                                                                                                             
  • Etiopia                                                                                                                         
  • Kenya                                                                                                                     
  • Marocco                                                                                                                   
  • Mozambico                                                                                                             
  • Tunisia                                                                                                                            
  • Senegal                                                                                                                        
  • Territori dell’autonomia palestinese                                                                              
  • Bielorussia
  • Ucraina                                                                                                                     

Le domande dovranno essere inviate entro le ore 14 del 6 agosto 2021 tramite la piattaforma online della Cooperazione internazionale.

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/07/02 15:33:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-07T09:16:59+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina