Regolamento


Art. 1. Oggetto del concorso

La Regione Emilia-Romagna - servizio Coordinamento delle politiche europee, programmazione, cooperazione, valutazione - promuove un concorso che invita i beneficiari dei Programmi di Cooperazione territoriale europea (Interreg) a diventare testimonial del contributo dell’Europa in Emilia-Romagna nel ciclo di programmazione 2014-2020. Il concorso prevede che i beneficiari raccontino un progetto che hanno realizzato o stanno realizzando grazie ai Fondi europei, scegliendo le modalità espressive ritenute più adatte, prendendo spunto dagli esempi indicati all'Articolo 4 del presente Regolamento.

Il concorso non è soggetto ad autorizzazione ministeriale, in quanto prevede la produzione di opere artistiche e il conferimento del premio rappresenta il riconoscimento del merito personale o titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività - D.P.R. 430 del 26.10.2001.

Art. 2. Finalità e obiettivi

Il concorso è finalizzato a rendere protagonisti i beneficiari dei finanziamenti europei dei Programmi di cooperazione territoriale europea (Interreg) nelle azioni di comunicazione della Regione per:

  • aumentare il livello di conoscenza dei cittadini rispetto ai risultati ottenuti grazie ai Fondi europei in Emilia-Romagna;
  • dare voce a coloro che hanno utilizzato i Fondi europei, primi testimoni e quindi ambasciatori delle opportunità offerte da questi finanziamenti in regione;
  • far sapere ai cittadini che con i Fondi europei la Regione Emilia-Romagna ha reso possibile lo sviluppo di progetti, prodotti e servizi che hanno un impatto positivo per la vita delle persone;
  • illustrare esempi concreti di progetti realizzati o in corso di realizzazione

Il concorso è la terza edizione dell’iniziativa lanciata nel 2018 con lo slogan Io investo QUI, finalizzata a far conoscere l’impatto dei Fondi europei in Emilia-Romagna, e riproposta nel 2019 con lo slogan QUI le idee diventano realtà. Quest’anno per la prima volta il concorso è aperto ai beneficiari dei Programmi di Cooperazione territoriale europea. Rispetto alle edizioni precedenti, nelle quali era richiesto l’invio di un breve spot video, il concorso 2020 è aperto a diverse forme espressive per dare maggiore libertà ai beneficiari e valorizzare capacità e modalità differenti di raccontare i benefici ottenuti grazie ai Fondi europei.

Il concorso è inoltre utile a far conoscere le opportunità di finanziamento ancora disponibili.

Art. 3. Requisiti di partecipazione e vincoli

Sono ammessi a partecipare al concorso tutti i beneficiari di finanziamenti dei Programmi di cooperazione territoriale europea (Interreg) nel ciclo di programmazione 2014-2020 inerenti progetti realizzati sul territorio emiliano-romagnolo.

Non sono ammessi a partecipare al concorso: i membri della Giuria del concorso, i componenti della Segreteria organizzativa, tutti i soggetti che a vario titolo collaborano all’organizzazione del concorso e i rispettivi familiari fino al terzo grado compreso.

Art. 4. Linee guida per la candidatura dei progetti

Il concorso prevede la candidatura di uno o più materiali relativi a progetti finanziati dai Programmi di cooperazione territoriale europea, in particolare sui risultati attesi o già raggiunti grazie ai finanziamenti ricevuti. Nel dettaglio, si forniscono le seguenti indicazioni, che rappresentano requisiti vincolanti per l’ammissione:

  1. Le innovazioni sviluppate e i prodotti/servizi con ricadute positive per le persone sono il focus del racconto.
  2. Il progetto deve essere raccontato mettendo in risalto le iniziative realizzate o in corso di realizzazione, basandosi principalmente su risultati raggiunti/attesi e specificando chi potrà beneficiarne. Non deve essere una descrizione del soggetto beneficiario.
  3. Il racconto deve preferibilmente mettere in evidenza come il progetto possa contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile del programma di azione dell’Agenda 2030 dell’ONU.
  4. Ciascuna candidatura deve fare riferimento a una delle categorie di partecipazione: crescita blu, innovazione tecnologica (digitalizzazione e big data), turismo sostenibile, lotta al cambiamento climatico, economia a basse emissioni di carbonio, mobilità sostenibile.
  5. Possono essere candidati più materiali per lo stesso progetto finanziato e ogni beneficiario può presentare materiali su più progetti finanziati.
  6. Il progetto può essere raccontato utilizzando diversi strumenti, di cui elenchiamo di seguito alcuni esempi, purché i materiali siano in formato digitale e pubblicabili online:
  • breve video (max 90 secondi)
  • infografica
  • foto con didascalia
  • breve testo (max 1500 battute)
  • materiale per Instagram story
  • slogan
  • fumetto
  • canzone/video musicale
  • eventuali altri strumenti
  • mix degli strumenti indicati

7. All'interno del racconto devono essere inseriti i riferimenti al concorso L'Europa è QUI: nella pagina dedicata sono disponibili l’immagine ufficiale del concorso con i loghi e la frase per i materiali audio. Solo i partecipanti al concorso saranno autorizzati all'utilizzo dell’immagine del concorso e potranno utilizzarla solo per la realizzazione dei materiali candidati.

8. Oltre ai materiali di partecipazione si chiede di inviare una breve clip video - realizzata con lo smartphone - in cui si esplicita perché i Fondi europei sono stati importanti per la realizzazione del progetto raccontato. La clip video è facoltativa e non incide in alcun modo con l’esito del concorso. Tutte le clip contribuiranno alla realizzazione di un video finale per la campagna “L’Europa è QUI”, che raccoglierà i volti e le voci dei vari protagonisti.
La clip dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • Formato orizzontale (16:9). È sufficiente registrare tenendo lo smartphone in orizzontale.
  • Inquadrare il soggetto che parla a mezzo busto, senza tagliare la testa.
  • Se possibile, utilizzare uno sfondo coerente con il proprio progetto.
  • Il soggetto dovrà recitare il seguente testo (almeno 2 volte, in modo da avere un ciak alternativo):

“L’Europa è qui, nel mio progetto.

(1 secondo di pausa)

“L’Europa è qui, in Emilia-Romagna.”

La prima frase può essere modificata a scelta dei beneficiari selezionando un’alternativa da questo elenco, a seconda di quella ritenuta più calzante rispetto la propria realtà:

  • L’Europa è qui, nella mia impresa.
  • L’Europa è qui, nel mio lavoro.
  • L’Europa è qui, nella mia vita.
  • L’Europa è qui, nel mio progetto.
  • L’Europa è qui, nel mio laboratorio.
  • L’Europa è qui, nel mio team.
  • L’Europa è qui, nella mia azienda.
  • L’Europa è qui, nella mia fabbrica.
  • L’Europa è qui, nella mia app.
  • L’Europa è qui, nella mia “moto”. (se si realizza un prodotto specifico, si può citare se ha un nome breve e se suona bene)

9. Le immagini, l’eventuale base musicale e qualsiasi altro materiale utilizzato devono essere liberi da diritti d’autore, come specificato all’Art. 11. 

Tutti i materiali presentati dovranno rispettare l’immagine della Regione e del tema trattato. Non saranno ammessi al concorso elaborati che contengano:

  • marchi aziendali, loghi o altro materiale protetto da copyright, inclusi eventuali riferimenti a nomi o società note;
  • nomi, immagini, fotografie, video, audio o altro utilizzati senza l’esplicito consenso firmato al loro utilizzo come da Art.11 (online sarà disponibile il modello di liberatoria, da acquisire e conservare a carico del partecipante al concorso);
  • contenuti ritenuti offensivi o contrari alla morale pubblica (volgarità, scene violente, attività illegali, ecc..) o che promuovano l’uso di alcol, droghe o tabacco, prodotti dannosi per l’ambiente;
  • contenuti offensivi o diffamatori per terze persone o terze società o enti pubblici;
    contenuti discriminatori per motivi politici e religiosi, per ragioni di sesso, razza e lingua, disabilità, età, orientamento sessuale e/o convinzioni personali.

Art. 5. Termini e modalità di presentazione dei materiali


Presentazione candidatura

La candidatura predisposta sulla base del modulo di partecipazione deve essere presentata a partire dalla pubblicazione del concorso sul questo sito.

Invio dei materiali

Dopo l'invio della candidatura tramite il suddetto modulo, gli elaborati devono essere inviati entro e non oltre il 9 ottobre 2020 all'indirizzo e-mail: fondieuropei@regione.emilia-romagna.it con oggetto: “Concorso L'Europa è QUI”, utilizzando i servizi disponibili gratuitamente su web per l’invio di file di grandi dimensioni.

Nel caso di realizzazione di materiali per i social (es. post, Instagram story), si richiede di inviare una schermata (screenshot) e/o link di quanto pubblicato.

Qui sono pubblicate le modalità per iscriversi al concorso e il presente Regolamento.

Art. 6. Valutazione

Verificato il rispetto dei requisiti illustrati all'articolo 4, la valutazione dei materiali candidati al concorso sarà effettuata da parte di una commissione regionale composta, in analogia con la commissione nominata dall’Autorità di gestione del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale nel regolamento del Concorso L’Europa qui promosso dal Por Fesr -  da un rappresentante della comunicazione Por Fesr, un rappresentante dell’Agenzia regionale di informazione e comunicazione, un rappresentante di ART-ER, società consortile dell’Emilia-Romagna per la crescita sostenibile e l’innovazione, integrata da uno o più rappresentanti del Servizio Coordinamento delle politiche europee, programmazione, cooperazione, valutazione.

La commissione assegnerà un punteggio da 1 a 5 per ognuno dei seguenti criteri, per un totale massimo di 15 punti:

  • capacità di comunicare come i Fondi europei gestiti dalla Regione Emilia-Romagna possono incidere sulla vita delle persone, attraverso la creazione di valore;
  • coerenza del materiale rispetto alla finalità di far conoscere il progetto realizzato;
  • capacità di comunicare i risultati attesi /raggiunti dai destinatari dei progetti realizzati con i Fondi europei.

Art. 7. Esito del Concorso e premiazione

Dopo l’espletamento delle procedure di valutazione sarà stilata una graduatoria distinta per categorie di partecipazione: crescita blu, innovazione tecnologica (digitalizzazione e big data), turismo sostenibile, lotta al cambiamento climatico, economia a basse emissioni di carbonio, mobilità sostenibile.

Per ciascuna categoria sarà individuato come vincitore il progetto che avrà ottenuto il punteggio maggiore. Sono ammessi vincitori ex aequo per una stessa categoria di partecipazione.

L’esito della valutazione sarà comunicato nell'ambito di una cerimonia pubblica di premiazione, i cui dettagli saranno forniti in seguito.

Dopo la premiazione sarà reso noto l’elenco dei vincitori sul questo sito.

Art. 8. Pubblicazione dei materiali

Tutti i materiali ammessi al concorso, ovvero che rispettano i criteri richiesti, saranno divulgati sul portale Fondi europei e cooperazione internazionale della Regione Emilia-Romagna. Fermo restando il diritto d’autore, come meglio dettagliato all’art. 11, i concorrenti autorizzano la Regione Emilia-Romagna a pubblicare e pubblicizzare i propri lavori con le modalità che riterrà più opportune, senza pretesa di compensi.

Al termine del concorso, sul questo sito saranno pubblicati:

  • i titoli dei materiali e le denominazioni dei partecipanti;
  • i titoli dei materiali e le denominazioni dei vincitori.

Dopo il termine del concorso, saranno messi in evidenza sui canali social e web della Regione i progetti raccontati dai partecipanti. Tutti i materiali ammessi al concorso saranno valorizzati sui canali regionali in occasione di approfondimenti tematici, nell'ambito dei piani editoriali dei social media e nel corso di eventi affini per tema.

Ai partecipanti ammessi al concorso è consentita la pubblicazione dei materiali sui propri canali (web/social/newsletter) di comunicazione, purché nella sua versione integrale comprendente il riferimento al Concorso 2020.

Art. 9. Segreteria organizzativa

Per informazioni, gli interessati possono contattare la segreteria organizzativa del concorso, Sportello Imprese fondieuropei@regione.emilia-romagna.it indicando nell'oggetto “Concorso L'Europa è QUI".

Art. 10. Trattamento dei dati personali

I dati raccolti saranno trattati ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali. Essi saranno utilizzati dall'organizzazione al fine del corretto svolgimento del concorso. I dati raccolti nell'ambito del presente concorso possono essere trattati dall'organizzazione e/o dalle società terze incaricate di fornire servizi, ai soli fini istituzionali e promozionali sui canali regionali preposti a questa iniziativa. I dati raccolti possono essere visionati, modificati, aggiornati o cancellati in qualsiasi momento. Il titolare del trattamento dei dati è la Regione Emilia-Romagna. Per maggiori informazioni, sulla pagina web relativa al concorso è disponibile l’informativa per il trattamento dei dati personali.

Art. 11. Diritti d’autore

Il concorso è di tipo creativo e non ha alcuna finalità commerciale.

Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al concorso, concedono alla Regione il diritto di pubblicare i loro materiali sui canali che saranno ritenuti opportuni al fine di raggiungere gli obiettivi definiti all’art. 2. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori, che accettano di non rivalersi economicamente in alcun modo sulla Regione per qualsivoglia utilizzo, purché riconducibile a scopo istituzionale e non commerciale.

Art. 12. Esonero responsabilità

La Regione è esonerata da qualsiasi responsabilità in merito al pregiudizio recato dai materiali dei partecipanti a diritti di terzi di qualsivoglia natura e a eventuali contestazioni che potessero insorgere circa l’originalità o la paternità delle opere nel loro complesso o delle parti che le costituiscono. 

Nel caso in cui la produzione dei materiali rendesse necessario l’utilizzo di foto, immagini, illustrazioni, video, brani musicali, tracce audio e/o materiali affini, questi dovranno essere originali e liberi da diritti da parte di terzi. Il concorrente dovrà quindi garantire il libero utilizzo dei materiali senza limiti temporali e territoriali; dovrà inoltre fornire tutte le idonee licenze d’uso esclusive, la documentazione relativa all'estensione dei diritti, eventuali credits, liberatorie nel caso di materiale in cui siano presenti beni e/o persone e ogni altra documentazione richiesta dalla legge in materia.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/03 14:50:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-30T12:09:36+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina