Cooperazione internazionale

Dal colonialismo razzista alla convivenza interculturale

Dal 24 gennaio a Reggio Emilia laboratorio per una società multietnica e pluriculturale

Sono aperte le iscrizioni al ciclo di incontri “Dal colonialismo razzista alla convivenza interculturale” dedicato alla riflessione sul colonialismo, il razzismo e la convivenza interculturale, organizzato dal Comune di Reggio insieme a Libera università popolare di Reggio Emilia, Fondazione Mondinsieme, Istoreco e Cgil Reggio Emilia.

L’iniziativa, che prenderà il via il 24 gennaio, vedrà tra i protagonisti esperti di antropologia, storia, sociologia e politiche interculturali come Marco Aime, Nicola Labanca, Marie Moise, Mackda Gremariam Tesfau e Angelica Pesarini. Saranno approfondite le problematiche di una società interculturale: da una parte, andando alla radici coloniali e imperialistiche delle relazioni interetniche tra l’Occidente e il resto del mondo, individuando e mettendo a fuoco gli stereotipi culturali razzisti che hanno legittimato in particolare il colonialismo italiano; dall’altra, analizzando i diversi modelli di relazioni interetniche (melting pot, assimilazione, segregazione, comunitarismo, multiculturalismo, interculturalità) storicamente presenti nelle diverse società, al fine di focalizzarne i punti di forza e di debolezza nella prospettiva della costruzione di una società multietnica realmente pluriculturale.

Il programma degli incontri 

Si partirà lunedì 24 gennaio 2022 con “Italiani brava gente? Fatti e misfatti del colonialismo italiano”, con Nicola Labanca, docente dell’Università
di Siena, per proseguire il 7 febbraio con Marco Aime, professore ordinario di Antropologia culturale all’Università di Genova, e Mackda Gebremariam Tesfau, dottoressa di ricerca in Scienze sociali e membro del direttivo di Refugees Welcome, che si confronteranno su “Gli stereotipi culturali del razzismo coloniale: un’eredità ancora viva”. Il 21 febbraio Federico Ferretti, professore ordinario di Geografia all’Università di Bologna e Marie Moise, dottoranda in Filosofia politica all’Università di Padova e di Toulouse II, dialogheranno invece sul tema: “Alle origini delle migrazioni: dall’età degli imperialismi alla decolonizzazione e ai neocolonialismi”, mentre il 7 marzo Roberta Ricucci,
professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Torino, affronterà le problematiche de “I diversi modelli di relazioni interetniche nelle società multietniche contemporanee: melting pot, assimilazione, segregazione, comunitarismo, multiculturalismo, interculturalità”. Infine, il 21 marzo il corso si concluderà con la presentazione dei risultati dei laboratori con le associazioni dei migranti organizzati dal Centro interculturale Mondinsieme e dalla Flc-Cgil-Proteo, presentati a cura di Angela Pesarini, docente della Toronto University, e di Mario Ivan Cipressi, direttore del Centro interculturale Mondinsieme.

Tutti gli incontri si svolgeranno alle ore 17.30 presso la Camera del Lavoro di Reggio Emilia, in via Roma 53, Sala Santi (III piano).

L’ingresso è gratuito con un limite di posti a disposizione.

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/12/27 13:28:38 GMT+2 ultima modifica 2021-12-27T13:28:38+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina