Pace e cittadinanza globale

Pace e cittadinanza globale

Cosa fa la Regione

La Regione si impegna per rendere effettivi i principi costituzionali che sanciscono il ripudio della guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (legge regionale n°12/2002) e promuove lo sviluppo di società pacifiche, giuste e inclusive che siano libere dalla paura e dalla violenza.

Il contesto attuale delle migrazioni forzate dai diversi teatri di guerra assume in maniera sempre più evidente il ruolo di fenomeno strutturale e non più transitorio. Per questa ragione si ritiene necessario che i cittadini, in particolare i bambini, i ragazzi e le famiglie, posseggano gli strumenti culturali per capire, interpretare e agire in una situazione interculturale nuova.

A questo scopola Regione sostiene iniziative di educazione e sensibilizzazione della comunità regionale ai temi della solidarietà internazionale, dell'interculturalità e della pace nonché iniziative culturali, di ricerca ed informazione sui temi della pace e della tutela dei diritti umani, al fine di prevenire e combattere la discriminazione, in particolare quella fondata sull'origine etnica, la religione, le opinioni politiche o le condizioni personali e sociali. 

A chi rivolgersi in questa sezione

A chi rivolgersi


Direzione generale Risorse, Europa, innovazione e istituzioni

Servizio Coordinamento delle politiche europee, programmazione, cooperazione e valutazione

viale Aldo Moro 30 - 40127 Bologna

tel. 051 527 8901 - fax 051 527 3683

programmiarea@regione.emilia-romagna.it

programmiarea@postacert.regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/29 15:36:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-04T11:10:56+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina