Al via il Programma di investimenti per i territori più colpiti dalla pandemia

A Medicina, nelle province di Rimini e Piacenza 26 milioni per 116 progetti già cantierabili

Al via il Programma straordinario di investimenti per le aree più colpite dalla prima ondata epidemica: le province di Rimini e Piacenza e – nel bolognese – il Comune di Medicina.

Ammontano a 26 milioni le risorse del bilancio regionale e 116 i progetti già cantierabili. Manutenzione straordinaria della viabilità, verde pubblico, riqualificazione degli edifici scolastici, recupero di palazzi e beni pubblici sono i settori principali di intervento. 

Nel dettaglio, la Regione ha stanziato 26 milioni (per l’esattezza 25.938.064) per finanziare - con contributi  compresi tra l’80 e il 95%  del costo ammissibile e un investimento complessivo di quasi 34,7 milioni di euro (34.686.646) - 116 progetti.

A Medicina –  insieme alla frazione di Ganzanigo, zona rossa dal 16 marzo al 3 aprile - il Comune ha individuato un progetto per il restauro di un’ala dello storico “Palazzo della Comunità” attualmente sede della Biblioteca, del Museo Civico e di alcuni uffici comunali: 1 milione di euro il contributo della Regione a fronte di un costo complessivo di 1 milione 447mila euro.

In provincia di Rimini, con uno stanziamento di 12,5 milioni di euro (per l’esattezza 12.496.331 euro), saranno finanziati 54 progetti, per un investimento complessivo di oltre 16,8 milioni di euro. In provincia di Piacenza il finanziamento regionale sfiora i 12,5 milioni di euro (per l’esattezza 12.441.733 euro), per 61 progetti e un investimento di oltre 16,4 milioni di euro.  

Ma le risorse stanziate dalla Regione arrivano a 40 milioni di euro considerando anche i 14 milioni di euro per le aree montane delle altre province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e per le aree interne del Basso Ferrarese. Territori in cui il lockdown  ha ulteriormente accentuato fragilità e ritardi e nei quali sono in corso gli incontri tra Regione e amministrazioni locali per definire i progetti.

I progetti finanziati sono immediatamente cantierabili, in grado di dare in tempi brevi risposte a bisogni reali del territorio e allo stesso tempo sostenere la creazione di posti di lavoro e spingere sulla crescita. Il tutto attraverso una stretta collaborazione tra la Regione e le istituzioni locali – Province, Comuni capoluogo e Comuni del territorio.

Gli interventi in provincia di Rimini e di Piacenza

Tra gli interventi più significativi che sono stati finanziati dalla Regione nel Riminese, quelli proposti dal Comune capoluogo per l’adeguamento funzionale e ambientale del Lungomare Spadazzi a Miramare di Rimini, nonché per la riqualificazione e pedonalizzazione del Lungomare Rimini-Torre Pedrera;  Rimini-Viserba; Rimini-Rivabella e Rimini-Viserbella.

Riqualificazione degli spazi urbani anche con il restyling della passeggiata Goethe e Shakespeare proposto dal Comune di Riccione (da Piazzale Moro al Rio Marano) e il nuovo arredo per Viale Dante del Comune di Cattolica (completamento del tratto via Milano-Facchini).

Tanti gli interventi di riqualificazione di edifici scolastici -tra gli altri quelli dei Comuni di San Giovanni in Marignano, Morciano di Romagna, Mondaino - e di manutenzione della viabilità. Da quelli proposti dalla Provincia sulla rete stradale di sua competenza, a quelli dei Comuni di Novafeltria, Pennabilli, Talamello, Casteldelci, Coriano, Montescudo-Montecolombo, Gemmano.

Nel Piacentino da segnalare tra gli altri l’intervento proposto dalla Provincia per la realizzazione del primo lotto della Ciclovia Vento, nel tratto Piacenza (località Fossadello)-Cremona e quelli del Comune capoluogo per la manutenzione del verde pubblico e il rifacimento della rete stradale. Sempre sul fronte della viabilità sono stati finanziati i progetti dei Comuni di Agazzano, Besenzone, Borgonovo Val Tidone, Castel San Giovanni, Castell’Arquato, Gossolengo, Lugagnano Val D’Arda, Pontenure, Sarmato, Travo, Vigolzone, Villanova sull’Arda. 

Numerosi anche i progetti per la manutenzione e la riqualificazione di scuole e impianti sportivi.

Nelle due province diversi gli interventi su palazzi e beni pubblici. Ad esempio nel Riminese quelli del Comune di San Giovanni in Marignano per il recupero con adeguamento sismico della sacrestia della Chiesa di Santa Lucia e di Montefiore Conca per il risanamento conservativo del Teatro Comunale “Malatesta”. Nel Piacentino la ristrutturazione della Rocca municipale di Caorso, la valorizzazione del palazzo comunale “Castello Scotti Anguissola” a San Giorgio Piacentino, la riqualificazione di Piazza Vittorio Veneto a Travo.

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/12 13:20:00 GMT+2 ultima modifica 2020-11-12T19:02:54+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina