Avviso per manifestazioni d'interesse per Unioni di Comuni 2022

Programma straordinario di investimento (LR 5/2018) - priorità smartcities e coworking
Stato
Aperto
Tipologia di bando Manifestazioni di interesse
Chi può fare domanda
  • Enti pubblici
Data di pubblicazione 07/09/2022
Scadenza termini partecipazione 07/10/2022 16:20

Allegati

Questa misura ha l'obiettivo di sfruttare la fase di ripresa economica, mettendo a disposizione delle Unioni di Comuni risorse in conto capitale per realizzare interventi strategici a favore delle comunità e dei territori, attraverso un Piano straordinario di investimenti, attuato con le modalità di programmazione negoziale della Legge Regionale 5/2018.

La Regione si è infatti impegnata con il Programma di riordino territoriale 2021-2023 (delibera n.853/2021) ad incentivare alcune Unioni, le più solide e strutturate, cioè quelle in possesso delle necessarie capacità tecniche e amministrative per affrontare investimenti in opere pubbliche strategiche per l’area e migliorare i servizi offerti. Con questo avviso, vengono concesse risorse in conto capitale, oltre ai contributi correnti annuali previsti dal PRT.

Le risorse complessive ammontano a 5 milioni di euro. La ripartizione delle risorse viene stabilita in sede di Conferenza Regione – Unioni di Comuni sulla base dei fabbisogni espressi, della popolazione interessata dagli investimenti proposti, della fattibilità dei progetti integrati, sulla base di elementi di fragilità e di indici di dinamicità organizzativa e tecnica delle strutture delle Unioni.

Possono presentare la manifestazione di interesse le Unioni di Comuni classificate come avanzate, secondo il Programma di riordino territoriale 2021-2023. L’Unione che presenta domanda può delegare uno dei suoi Comuni all’attuazione dell’intervento, rendendo questo Comune beneficiario del contributo.

Le regole di utilizzo delle risorse sono quelle disposte dalla legge n.145/18 agli articoli 135-138 , che prevedono la comunicazione della fattibilità entro ottobre, così da permette l’impegno entro il 30 ottobre e l'aggiudicazione della gara entro 12 mesi dalla data della concessione regionale.

Gli interventi che possono essere candidati devono ispirarsi ai temi prioritari:

  • Creazione spazi di coworking e aggregazione pubblica
  • Riqualificazione “smart city” di spazi pubblici
  • Azioni sul rischio idrogeologico degli spazi urbani

Il contributo potrà raggiungere il 95% del costo totale dell’opera nel caso l’Unione si candidi a fare da stazione appaltante, mentre, nel caso in cui venga delegato un Comune, il contributo non potrà superare il 90% del costo totale.

Ciascuna Unione potrà presentare non più di due progetti e dovrà provvedere all'approvazione della candidatura da parte del proprio consiglio.

Le manifestazioni di interesse devono essere presentate entro le ore 17 del 7 ottobre 2022 tramite l'apposita piattaforma.

Per approfondire


Settore Coordinamento delle politiche europee, programmazione, riordino istituzionale e sviluppo territoriale, partecipazione, cooperazione, valutazione 


Responsabile: Caterina Brancaleoni

tel. 051 527 8901

Per informazioni

Giovanni Bergamini
tel. 051 5273037   
giovanni.bergamini@regione.emilia-romagna.it

Materia: Beni immobili e mobili | Edilizia e rigenerazione urbana | Innovazione e ICT | Riordino istituzionale

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/07 09:12:18 GMT+2 ultima modifica 2022-09-07T09:12:18+02:00

valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina